Sei in: Home » Articoli

In libreria: La mediazione familiare in Italia

Che cos'è la mediazione familiare? E chi sono questi strani "terzi", i mediatori, che si propongono di aiutare le parti di un conflitto familiare a risolverlo, senza imporre soluzioni ed evitando sprechi di tempo e di denaro? La mediazione familiare può davvero favorire il raggiungimento di accordi non vaghi, mutuamente soddisfacenti, e più stabili di quelli che possono essere imposti da un giudice? E a quali condizioni essa può inserirsi nei procedimenti di separazione e di divorzio, per favorire l'attenuazione della conflittualità e una migliore tutela dell'interesse dei figli? Questo libro offre una ricostruzione obiettiva ed esauriente della più famosa e a un tempo più radicale delle procedure di "risoluzione alternativa delle dispute" (ADR), la mediazione. Da un punto di vista "esterno", e guardando in particolare alle conseguenze pratiche del suo utilizzo nel trattamento delle controversie familiari, espone le potenzialità e i possibili pericoli dI uno strumento che può offrire molto, ove correttamente utilizzato, per favorire l'autoregolazione di conflitti così complessi e delicati. L'opera contiene una approfondita disamina degli spazi che si aprono oggi per la mediazione familiare in Italia, alla luce di tutti i riferimenti legislativi, tra cui la recente legge sull'affidamento condiviso, e delle prime pronunce giurisprudenziali.


- Prezzo: € 28.00
- Linea Professionale 2007
- Pagine 229

Acquista on line

Cerca altri libri:



(22/05/2007 - Recensione)
Le più lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietà post-coniugale
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
In evidenza oggi
Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metriCiclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospettoMulta di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF