Sei in: Home » Articoli

Conftrasporto: le nuove regole per i trasportatori

La Conftrasporto ha reso noto che, al fine di garantire maggiormente il trasporto di cose e persone sulle strade italiane, sono state adottate nuove e più incisive regole nel settore dei trasporti. Tra le novità introdotte segnaliamo quella che gli autisti dovranno essere sottoposti a periodiche visite mediche, al rinnovo della patente ogni 5 anni e ai controlli sui tempi di riposo e sulle vetture (previsto e disciplinato anche dalla L. 626/1994). Ma ancora. Sono state stabilite nuove disposizioni per i tempi di guida e di fermata. Pertanto, chi si mette alla guida un veicolo adibito al trasporto di merci o persone, deve necessariamente riposare almeno 11 ore in un giorno intero e nel tempo restante può guidare fino a 9 ore, ma con un intervallo minimo di 45 minuti. Le ore di guida consecutive si riducono conseguentemente a 4,5 ore. E' stato inoltre stabilito l'introduzione di un nuovo meccanismo (microchip elettronico) sia individuale che aziendale per la verifica delle soste.
Escono quindi di scena i cronotachigrafi (che registravano tramite un sensore ad agola velocità del mezzo e tempi di guida) e il controllo verrà effettuato a mezzo di una tessera magnetica (rilasciata dalla Camera di Commercio) che il conducente dovrà inserire in un apposito dispositivo ogni volta che si metterà alla guida del veicolo. Oltre alla scheda individuale è anche prevista una scheda aziendale. Le schede sono in grado di memorizzare i dati (che verranno sistemati in una banca dati) di un intero anno. Tra le novità inoltre è stato previsto che il mancato rispetto dei tempi di guida e/o di riposo comporteranno anche la decurtazione dei punti dalla patente.
(11/05/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Pensioni: le novità in arrivo
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
» Usucapione: legittimo l'accordo di accertamento dinanzi al notaio
» Ddl riscossione: niente più cartelle per debiti irrisori
In evidenza oggi
Obbligare la moglie a discutere è reatoObbligare la moglie a discutere è reato
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF