Sei in: Home » Articoli

I nuovi obblighi verso i servizi per l'impiego

Con la lettera circolare n. 4746 del 14 febbraio 2007, la Direzione Generale per il Mercato del Lavoro ha inteso fornire ulteriori indirizzi applicativi circa i nuovi adempimenti in materia di comunicazioni antecedenti l'instaurazione del rapporto di lavoro che vanno ad aggiungersi a quelli forniti con la nota n. 440 del 4 gennaio 2007. Per la prima volta, dopo l'emanazione della precedente direttiva, il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ha fornito, sul proprio sito “web”, un servizio di risposte “on-line” a quesiti sugli argomenti relativi alle novità introdotte (c.d. “faq”) che sono, sostanzialmente, alla base del nuovo orientamento amministrativo. Chi scrive ha già avuto modo di soffermarsi sia sui commi che nella legge Finanziaria hanno trattato l'argomento che sulle prime interpretazioni fornite il 4 gennaio u.s. e, pertanto, alcune questioni già affrontate nella precedente riflessione si intendono richiamate in questa. Ma andiamo con ordine. Dopo aver individuato con assoluta precisione i soggetti privati, pubblici economici e Pubbliche Amministrazioni destinatari dell'obbligo di comunicazione (ed il riferimento per la identificazione di queste ultime, che rappresentano una “new entry”, è espressamente detto con un richiamo all'art. 1, comma 2, del D. L.vo n. 165/2001), la nota si sofferma sul contenuto dell'inciso, riportato nella norma “di rapporto di lavoro subordinato”. In tale accezione (e, quindi, vi rientrano tutti i soggetti che, in qualità di datori, stipulano tali contratti) rientrano tutte le figure di lavoro dipendente, anche quelle che si pongono in rapporto di specialità per alcuni aspetti della loro disciplina.
Qui si fa riferimento, ad esempio, ai rapporti di lavoro nautico ed aeronautico, a quelli concernenti gli sportivi professionisti, i dirigenti ed il personale contrattualizzato della Pubblica Amministrazione. (Dr. Eufranio Massi)
Articolo del Dott. Eufranio Massi
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/06/2007 - www.laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF