Sei in: Home » Articoli

Cassazione: tolleranza zero contro i pusher

La Cassazione Penale ha deciso per una linea dura nei confronti degli spacciatori di stupefacenti ed ha così confermato una condanna precedentemente inflitta dalla Corte di Appello di Genova a tre anni e otto mesi di reclusione oltre a € 40 mila di multa e l'interdizione per cinque anni dai pubblici uffici, ad un “pusher”, reo di aver "illecitamente importato nel territorio nazionale, detenuto a fine di spaccio e trasportato una ingente quantità di haschish (pari a 11770 grammi)". Nella motivazione, i Giudici della Corte affermano che nel caso di specie non possono essere applicati sconti di pena "sia e soprattutto in relazione al pericolo di evidente compromissione della salute pubblica, con il coinvolgimento di un numero significativamente rilevante di tossicodipendenti e conseguente pericolo della loro salute, a prescindere dalla vastità dell'area interessata allo spaccio".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/04/2007 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF