Sei in: Home » Articoli

Trasferimento del lavoratore reintegrato giudizialmente

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza n. 14142 dello scorso 2 ottobre, ha affermato che il lavoratore reintegrato giudizialmente nel posto di lavoro a seguito di illegittimo licenziamento non può essere trasferito ad altra unità produttiva, a meno che non sussistano sufficienti ragioni tecniche, organizzative e produttive che giustifichino tale scelta da parte del datore di lavoro. Tra queste ragioni, precisa la Corte, non rientra il fatto che il lavoratore, dopo il licenziamento, sia stato sostituito con un altro lavoratore avente le sue stesse mansioni.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/10/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF