Sei in: Home » Articoli

Calcio: Cassazione, off limits l'immagine di Mussolini allo stadio

Off limits per l'effige di Mussolini allo stadio. Lo sottolinea la III sezione penale della Cassazione che ha respinto il ricorso di un 34enne tifoso della Roma, Gianluca L., che il 29 gennaio del 2006 aveva assistito alla partita di calcio Roma-Livorno ''parzialmente travisato ed esponendo una bandiera con l'effige di Benito Mussolini e col fascio littorio''. La Suprema Corte, che ha bocciato il ricorso del tifoso, ha cosi' confermato l'ordinanza del gip del Tribunale di Roma dello scorso febbraio con la quale si imponeva a Gianluca L. di comparire personalmente davanti al commissariato di Tivoli 30 minuti dopo l'inizio del primo tempo, 30 minuti dopo l'inizio del secondo tempo e 20 minuti dopo il termine di ogni incontro di calcio disputato dalla squadra della Roma per la durata di 3 anni.
La disposizione, sancisce inoltre la Suprema Corte, deve essere applicata anche nel caso di partite amichevoli. Quanto al fatto di esporre immagini, come nel caso in questione, raffigurante Mussolini, i supremi giudici nella sentenza 9793 spiegano che il reato previsto dalla legge 205/93 ''sussiste quando chi accede ai luoghi dove si svolgono manifestazioni agonistiche reca con se' emblemi o simboli di gruppi o associazioni razziste, nazionaliste e simili, anche se non e' iscritto a tali gruppi o associazioni, perche' anche in quest'ultimo caso ricorre evidentemente la lesione del bene penalmente tutelato''.
(19/03/2007 - Roberto Cataldi)
Le pių lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi č ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna pių di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna pių di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi č ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi č ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF