Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Onorario avvocati: parere di congruità e poteri del Giudice

Quando si tratta di liquidare le spese, i diritti e gli onorari di giudizio ex art. 28 e 29 L.n. 794 del 1942, il giudice non è vincolato dal parere di congruità espresso dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati. Lo ha stabilito la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (sent. n. 13743/02), precisando però che il giudice, qualora se ne discosti, ha l?obbligo di indicare, sia pure sommariamente, le voci per le quali ritiene il compenso non dovuto oppure dovuto in misura ridotta. Ciò al fine di consentire il controllo sulla legittimità della decisione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/10/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF