Sei in: Home » Articoli

Cassazione: vietati gli spot hard in TV

E' vietata la trasmissione di programmi televisivi contenenti immagini hard anche se questo avviene nelle ore notturne. E' quanto stabilisce una recente sentenza della Corte di Cassazione (5749/2007) che ha così accolto un ricorso dell'Autorità Garante delle Telecomunicazioni.
In precedenza i giudici di merito avevano annullato una sanzione pecuniaria inflitta a una rete televisiva che aveva trasmesso in orario notturno degli spot pubblicitari di linee telefoniche erotiche contenenti immagini pornografiche.
La Corte ha ricordato che l'Art. 15 della Legge 223/90 vieta la trasmissione di programmi che può nuocere allo sviluppo psichico e morale dei minori, che contengono scene di violenza gratuite o immagini pornografiche oppure che inducono ad atteggiamenti di intolleranza basati su differenze di sesso razza religione o nazionalità.
(14/03/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoro
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Autovelox e tutor: al via le nuove regole
In evidenza oggi
Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticantiAvvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
Giudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibileGiudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibile
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF