Sei in: Home » Articoli

Privacy: il datore di lavoro non può controllare la posta elettronica del lavoratore

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 05.03.2007) ha reso noto di aver vietato alle aziende pubbliche e private di controllare, salvi i casi particolari, la posta elettronica e la navigazione su Internet dei propri dipendenti. Il Garante ha poi precisato che è onere del datore di lavoro definire le modalità d'uso dei PC e dello strumento di Internet tenendo comunque sempre conto di quelli che sono i diritti dei lavoratori e la disciplina in tema di relazioni sindacali. Sempre il datore di lavoro dovrà poi informare in modo dettagliato i lavoratori sulle modalità di utilizzo di Internet e della posta elettronica e sulla possibilità che vengano effettuati controlli. L'Autorità ha poi precisato che con un nuovo provvedimento generale che verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, fornirà tutte le concrete indicazioni in ordine all'uso dei PC sul posto di lavoro.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/03/2007 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF