Sei in: Home » Articoli

Il Governo ottiene la fiducia con 162 voti

Con 162 voti favorevoli e 157 contrari il governo ha ottenuto la fiducia. L'Assemblea del Senato ha infatti approvato la mozione n. 2 sulla richiesta di fiducia al Governo avanzata dal Presidente del Consiglio.
Nel discorso tenuto al termine del voto, il Presidente del Consiglio ha ricordato quelle che sono le priorità da affrontare nell'interesse del Paese.
Nel campo dell'economia, afferma il Presidente, "Mai come ora, si accendono delle possibilità di speranza e degli spazi di ottimismo, che devono essere assolutamente accompagnati da una politica economica forte, decisa e che coinvolga l'intero Paese: non soltanto i governanti ma le forze imprenditoriali e sindacali. Siamo, infatti, ad una svolta che ha visto una crescita vicina allo zero spostarsi intorno al due per cento e che noi dobbiamo confermare ed aumentare. Soltanto con una ripresa della crescita, infatti, possiamo affrontare i problemi di redistribuzione del reddito, di aiuto alle categorie meno abbienti oltre che i problemi di innovazione e ricerca, affrontando quel salto in avanti che il Paese ha bisogno di compiere nel prossimo futuro".

In questa pagina segnaliamo alcuni articoli e commenti sul tema:
- Prodi ottiene la fiducia al Senato: 162 sì (Corriere della Sera)
- Governo ottiene fiducia da Senato con 162 voti su 319 (Reuters Italia)
- Al Senato l'Unione regge la prova. La fiducia passa con 162 voti (Repubblica.it)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/02/2007 - Notiziario)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF