Sei in: Home » Articoli

Privacy: maggiore rispetto nelle strutture sanitarie

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 26 febbraio scorso) ha reso noto che per garantire una maggiore tutela della riservatezza dei malati, ha predisposto un richiamo alle strutture ospedaliere al fine di assicurare l'adozione di una serie di interventi per offrire un servizio più rispettoso dei diritti e della dignità del malato. L'Autorità Garante è intervenuta sulla questione dopo che alcuni pazienti si erano lamentati di una prassi negli ospedali dove ad esempio gli operatori, dopo aver fatto compilare i moduli ai pazienti, chiedono la conferma delle malattie ivi indicate dinanzi ad altre persone. Ma ancora.
Altri pazienti hanno lamentato il recapito a casa dall'ospedale pediatrico del referto medico del figlio in busta chiusa, sulla quale era però apposto un timbro con il nome del reparto, il tipo di esame effettuato, nonché la patologia. Sul punto ad esempio il Garante ha precisato che per una migliore tutela della privacy, la consegna dei referti deve avvenire in una busta chiusa senza alcuna indicazione esterna che permetta l'associazione tra malato e patologia.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/03/2007 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF