Sei in: Home » Articoli

Tutela della privacy in materia di rilevazioni statistiche

E? stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 230 dello scorso 1° ottobre il Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti dei dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell?ambito del Sistema statistico nazionale. Il provvedimento ha efficacia immediata e mira a rafforzare la tutela dei cittadini e delle imprese che compilano questionari sottoposti da enti pubblici o moduli per il censimento, oppure che rispondono a interviste, anche telefoniche, per rilevazioni statistiche curate da un?amministrazione centrale o periferica nel quadro del sistema statistico nazionale. L?obiettivo del Codice è quello di garantire che l?utilizzazione di dati di carattere personale per scopi di statistica si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità delle persone interessate, e in special modo dei diritti alla riservatezza e alla dignità personale.
Alla stregua di queste nuove regole, dunque, gli uffici di ricerca statistica dovranno porre particolare attenzione nella selezione e nella formazione dei rilevatori e il personale incaricato di raccogliere i dati dovrà garantire la sicurezza delle informazioni, rispettando le norme poste dal codice a tutela dei cittadini. Sulla corretta applicazione del Codice vigilerà anche la Commissione per la garanzia dell?informazione statistica, istituita presso la Presidenza del Consiglio, segnalando al Garante i casi di inosservanza delle norme. Inoltre, nella newsletter del 23 settembre 2002, l?Autorità Garante ha assicurato che presto verrà predisposto un ulteriore e specifico codice deontologico che regolamenterà la ricerca statistica effettuata da istituti universitari, enti di ricerca e organismi non appartenenti al Sistema statistico nazionale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/10/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF