Sei in: Home » Articoli

Motivazione sommaria dei provvedimenti

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 13762 dello scorso 20 settembre, ha affermato che il principio secondo il quale le sentenze possono contenere una motivazione concisa e senza espliciti riferimenti a tutte le argomentazioni, allegazioni e prospettazioni delle parti, è applicabile, a maggior ragione, anche ai provvedimenti diversi dalle sentenze, ed in particolare ai decreti. La motivazione di questi ultimi, dunque, ben può essere sommaria, ?nel senso che il giudice, senza trascriverli, può, nel provvedimento, limitarsi ad indicare i fatti e gli elementi, fra quelli portati al suo giudizio (o che, comunque, possano incidere su di esso), che lo abbiano convinto ad assumere il provvedimento stesso?.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(12/10/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF