Sei in: Home » Articoli

Reintegro del lavoratore e insussistenza del requisito dimensionale

In linea con la recente sentenza delle Sezioni Unite n. 141 del 10 gennaio 2006 (1), la Cassazione, nella pronuncia n. 13945 del 16 giugno 2006 che qui si annota, ribadisce che spetta al datore di lavoro, e non al lavoratore, provare l?insussistenza del cd. requisito dimensionale ai fini della non applicabilità della ?tutela reale? del lavoratore con la conseguente reintegrazione nel posto di lavoro prevista dall?art. 18 della legge n. 300/1970 (Statuto dei Lavoratori). La differente interpretazione dell?art. 18 della legge cit. (2) aveva dato infatti luogo ad una lunga querelle a livello giurisprudenziale (3) in merito ad un aspetto tecnico-processuale ?dimenticato? dal legislatore, ma di primaria importanza per il lavoratore, il quale non si accontenta di un mero risarcimento pecuniario, ma vuole essere reintegrato nell?impresa presso cui lavorava.
L?aspetto in questione concerne appunto l?onere di provare il numero dei dipendenti dell?organizzazione datrice di lavoro, prova non proprio agevole per il dipendente che non necessariamente si trova in possesso dei dati relativi al numero degli occupati dell?azienda, né potrebbe facilmente acquisirli, a differenza del datore di lavoro. (Pierangela Dagna)
Articolo di Pierangela Dagna
(27/10/2006 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Abusi edilizi: arriva il "condono"
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Cellulari: dal 12 giugno 4g di Tre a pagamento per tutti, come disattivarlo
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
In evidenza oggi
Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestàVaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
Divorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla exDivorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla ex
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF