Sei in: Home » Articoli

Cassazione: premio fedeltà a dipendente? Fa salire liquidazione

Roma (Adnkronos) - I lavoratori che dopo venticinque anni di lavoro hanno ricevuto il ''premio fedelta'' potranno andare in meritato riposo con una liquidazione piu' pingue. Questo riconoscimento infatti non e' una ''elargizione liberale' del datore di lavoro, ma e' il riconoscimento di tanti anni di lavoro che va conteggiato nella ''retribuzione''. Parola di Cassazione che ha bocciato un ricorso della Fiat che si era opposta al pagamento di circa mezzo milione di vecchie lire ad un dipendente che, andato in pensione, chiedeva di conteggiare nella retribuzione anche il premio aziendale, pari ad una mensilita' di retribuzione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/09/2002 - Adnkronos)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF