Sei in: Home » Articoli

Perseguitati politici o razziali: proroga del mantenimento in servizio

L?articolo 1 della legge n. 92/2003, nel sostituire l?articolo 4, quarto comma, della legge 10 marzo 1955, n. 96 e successive modificazioni ed integrazioni, testualmente recita: ?Ai dipendenti pubblici, riconosciuti perseguitati politici o razziali, quando siano riconosciuti fisicamente idonei a disimpegnare le proprie funzioni nella pubblica amministrazione, concesso, a loro richiesta e indipendentemente dalla data della loro assunzione, di rimanere in servizio fino al compimento del terzo anno successivo al limite di et per il collocamento a riposo per essi altrimenti previsto. Ai medesimi dipendenti si applica l?articolo 16 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 503?. Successivamente, l?articolo 39-decies della legge 23 febbraio 2006, n. 51 ha modificato l?articolo 4 della legge n. 96/1955 prevedendo, per i lavoratori riconosciuti perseguitati politici o razziali, un ampliamento del periodo di permanenza in servizio da 3 a 5 anni.
Inpdap, Circolare 26.6.2006 n 13
(08/10/2006 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le pi lette:
» Ogni causa incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Il dictum della Cassazione: reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Il pignoramento
» Pip in strada, multa da 10mila euro
» Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
In evidenza oggi
Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euroBonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
Controllare il conto degli avvocati viola la CEDUControllare il conto degli avvocati viola la CEDU
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF