Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati part time all'esame della Corte Costituzionale il prossimo 26 settembre: riflessioni su alcuni profili di incostituzionalità della L. 339/2003

La Provincia di Cuneo, in base all'art. 1 della L. 339/2003, ha negato la trasformazione del rapporto di lavoro di un suo dipendente da tempo pieno a tempo parziale ridotto poichè il dipendente aveva dichiarato di chiedere tale trasformazione per svolgere, ottenutala, anche la attività di avvocato. Il Tribunale di Cuneo, adito dal dipendente pubblico, ha sollevato, come richiestogli, questione di costituzionalità dell'art. 1 della L. 339/2003. Evidenzia il giudice rimettente che la trasformazione del rapporto è stata negata con l'unico motivo che la L. 25/11/03, n. 339, ha sancito la incompatibilità tra la posizione di pubblico dipendente, anche in regime di part time c.d. ridotto, e l'esercizio della professione di avvocato. Evidenzia poi come l'art. 1, comma 58, della L. 662/96 consenta all'amministrazione di negare la trasformazione del rapporto da tempo pieno a part time nel caso in cui l'ulteriore attività di lavoro (subordinato o autonomo) del dipendente ?comporti un conflitto di interessi con la specifica attività di servizio svolta? e come il successivo comma 58-bis (introdotto dal d.l. 79/97) abbia demandato alle singole amministrazioni -ferma la valutazione in concreto dei singoli casi di conflitto di interesse- di individuare con D.M. le attività da considerare ?comunque non consentite? in ragione della inteferenza con i compiti istituzionali. Può pertanto affermare il rimettente, in punto di rilevanza, che ?l'unico ostacolo allo svolgimento della suddetta libera professione da parte del ricorrente è rappresentato, pertanto, dal divieto reintrodotto dall'art. 1 della L. 339/2003?... (Avv. Maurizio Perelli - avvocati-part-time.it - Si ringrazia Altalex)
Articolo di Maurizio Perelli
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/09/2006 - www.laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Niente stupro se la vittima dice basta ma non urla
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Negoziazione assistita: sanzione aggiuntiva a chi non risponde all'invitoNegoziazione assistita: sanzione aggiuntiva a chi non risponde all'invito
Se Equitalia sbaglia paga spese e danniSe Equitalia sbaglia paga spese e danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF