Sei in: Home » Articoli

In libreria: Codice del cinema e dello spettacolo. Normativa, diritto d'autore, estratto Tulps

Il settore del cinema così come anche quello dello spettacolo stanno attraversando un periodo difficile, sintomatico anche di una più ampia problematica che investe tutto l'ambiente culturale. Tali difficoltà affondano a loro volta le loro radici nelle incertezze normative esistenti e nelle difficoltà oggettive per tutelare in modo sicuro le opere creative. Il fenomeno dell'internettizzazione che si è diffuso in diversi ambiti, la diffusione selvaggia delle pellicole, l'incapacità e la lentezza delle istituzioni politiche a far fronte ai cambiamenti e alle evoluzioni tecnologiche del settore sono alcune delle possibili cause che hanno provocato lo svuotamento delle sale cinematografiche riscontrabile da più parti. Questo volume nasce con lo scopo di raccogliere in maniera ordinata e organica le principali fonti normative aggiornate che disciplinano i settori del cinema e dello spettacolo. In particolare i decreti attuativi e il D.M. 17 agosto 2005, n. 164 per la regolamentazione delle attività cinematografiche, la legge 15 novembre 2005, n. 139 in materia di disposizioni sullo spettacolo, il Codice Urbani (D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42) e il D.P.R. 10 gennaio 2004, n. 173 per l'organizzazione del Ministero dei Beni Culturali.


- Prezzo: ? 44.00
- Altagamma 2006
- Pagine 656

Acquista on line

Cerca altri libri:



(12/12/2006 - Recensione)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesaAvvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesa
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF