Sei in: Home » Articoli

Esami di Stato? Le nuove regole

Lo scorso 4 agosto il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di disegno di legge che modifica la disciplina relativa agli esami di Stato. Tra le principali novità segnaliamo che è stata reinserita l'ammissione all'esame per gli studenti che avranno superato lo scrutinio finale e saldato i debiti formativi contratti negli anni scolastici precedenti; è stata prevista la modifica dei requisiti di ammissione per gli studenti che intendono anticipare l'esame per merito, vincolata, oltre che al conseguimento di 8/10 in ciascuna disciplina nello scrutinio del penultimo anno, al conseguimento della media di 7/10 nei due anni precedenti; è stato stabilito l'esame preliminare per i candidati esterni (privatisti) che non sono in possesso della promozione all'ultima classe, e dovranno possedere la residenza nella località dell'istituto scelto come sede d'esame; è stata prevista una connotazione più tecnica e laboratoriale per la seconda prova scritta destinata gli istituti tecnici, professionali e artistici; è stato prevista la scelta delle prove nazionali senza la predisposizione da parte dell'INVALSI (Istituto Nazionale di Valutazione del Sistema di Istruzione) anche per la scuola media inferiore; è stata inoltre prevista la modifica dei punteggi di valutazione finale, con il credito scolastico che salirà da 20 a 25 punti e il colloquio che scenderà da 35 a 30 punti, il ripristino delle commissioni d'esame miste (composte da commissari per metà interni e per metà esterni, oltre al Presidente esterno al quale potranno essere affidate non più di due classi). Infine, è stato stabilito che per il numero dei candidati esterni, esso non potrà superare il 50% dei candidati interni, fermo restando il limite numerico di 35. Per i soli candidati esterni potrà essere costituita presso ciascuna istituzione scolastica un'apposita commissione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/09/2006 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF