Sei in: Home » Articoli

Impiego di minori di 14 anni in programmi televisivi: al via il regolamento

╚ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 141 del 20 giugno 2006 il decreto 27 aprile 2006, n.218 sul "Regolamento recante la disciplina dell'impiego di minori di anni quattordici in programmi radiotelevisivi". Il provvedimento stabilisce che in questi casi deve essere in primo luogo salvaguardata la dignitÓ personale dei minori, l'integritÓ psicofisica e la loro privacy, senza strumentalizzare la loro etÓ, i loro corpi o la loro condizione socio-familiare. Nel provvedimento inoltre viene stabilito il divieto di far assumere a minori di anni quattordici (anche per gioco o per finzione), sostanze nocive quali tabacco, bevande alcoliche o stupefacenti; di coinvolgere minori di anni quattordici in argomenti o immagini di contenuto volgare, licenzioso o violento; e di utilizzare minori di anni quattordici in richieste di denaro o di elargizioni abusando dei naturali sentimenti degli adulti per i bambini.
La Commissione per i servizi e prodotti dell'AutoritÓ per le garanzie nelle comunicazioni, in collaborazione con il Comitato di applicazione del Codice di autoregolamentazione TV e minori, vigila sull'osservanza delle norme del regolamento attuando un costante e puntuale monitoraggio dei programmi radiotelevisivi, anche delle emittenti locali, e provvede all'irrogazione delle sanzioni dando immediata notizia alla direzione provinciale del lavoro competente nel caso di impiego lavorativo del minore di anni quattordici.
(14/07/2006 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Processo civile: l'opposizione agli atti esecutivi
» Il ricorso per Cassazione - Guida legale e fac-simile
» Blue Whale Challenge: il gioco che uccide. Ecco i consigli della polizia
» Divorzio: in arrivo gli accordi prematrimoniali
» Le cose che il fisco non ti pu˛ pignorare
In evidenza oggi
Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittimeViolenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsiAffido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF