Sei in: Home » Articoli

Indagine del Garante su messaggi "amorosi"

Ancora una volta il Garante per la protezione dei dati personali (newsletter 1-7 luglio) è intervenuto in materia di internet e telefonia.
E? stata così avviata un?indagine su alcune società che si occupavano dell?invio di SMS o di email di presunti ?ammiratori?.
Tali messaggi contenevano anche un invito a chiamare un numero telefonico con il prefisso 899 al fine di conoscerne l?identità.
Di fatto, però, una volta composto il numero tale identità non veniva rivelata e venivano invece fornite informazioni su alcuni servizi a pagamento.
Nel corso della telefonata veniva anche richiesto il rilascio di dati personali di altri conoscenti.
I responsabili dovranno ora fornire adeguati chiarimenti su tale operato e in particolare sulle modalità di raccolta dei dati, sulla preventiva informazione dei destinatari del messaggio in merito ai loro diritti e sulla raccolta del loro consenso nei casi in cui è previsto.
Sarà anche necessario verificare se siano stati adottati provvedimenti per consentire agli utenti l?esercizio del diritto di accesso ai dati anche per richiederne l'eventuale cancellazione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/07/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF