Sei in: Home » Articoli

Elezioni Parlmentari 2006: Approvato il decreto

Il Consiglio dei Ministri, lo scorso 11 febbraio (dopo lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica), ha approvato i decreti che fissano la data delle elezioni per la domenica del 9 aprile e il lunedì successivo, indicano il 28 aprile come la data della prima seduta delle Camere, e ripartiscono, i seggi assegnati alle diverse circoscrizioni, per quanto riguarda la Camera dei Deputati, e alle diverse Regioni, per quanto riguarda il Senato della Repubblica, riservando contemporaneamente le quote per la circoscrizione estero, che prevedono dodici rappresentanti per la Camera dei Deputati e sei per il Senato della Repubblica.
Domenica 9 aprile si vota dalle ore 8,00 alle ore 22,00, lunedì 10 aprile dalle ore 7,00 alle ore 15,00; subito dopo inizierà lo scrutinio delle schede. Con i nuovi sistemi di votazione, l?elettore ha a disposizione una sola scheda elettorale per la Camera e una scheda per il Senato. In entrambe sono raffigurati i simboli dei partiti in competizione, rispettivamente, nella circoscrizione o nella Regione. I simboli dei partiti appartenenti alla medesima coalizione sono riprodotti in linea verticale, uno sotto l?altro, su un?unica colonna. L?elettore esprime il voto tracciando un segno sul simbolo del partito prescelto. Non è possibile manifestare 'voto di preferenza' per candidati; la lista è, infatti, 'bloccata': i nomi sono cioè presentati in un ordine stabilito.
(01/03/2006 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Cane fa pipì in strada, multa da 157 euroCane fa pipì in strada, multa da 157 euro
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF