Sei in: Home » Articoli
 » Condominio

Cassazione: mai offendere il condomino moroso coi pagamenti

Mai offendere il condomino moroso con i pagamenti. La Corte di Cassazione concede un'arma in piu' ai cittadini massacrati dalle spese condominiali e sancisce che l'amministratore condominiale, anche se il condomino e' in ritardo con i pagamenti, non puo' inveire contro di lui. Rischia una condanna per diffamazione. E' quello che e' accaduto a Elio O., amministratore condominiale di Lanciano, che si e' visto rendere defintiva la multa per diffamazione nei confronti di un condomino, Luigi T., al quale aveva dato dell'''anarcoide che intralcia e fomenta e mantiene comportamento scorretto'' perche' questi si era rifiutato di pagare la quota per l'adeguamento dell'impianto elettrico fintantoche' non sarebbero stati ultimati i lavori con esposizione della fattura.
L'amministratore, non avendo ricevuto la quota del condomino, aveva scritto una lettera agli altri condomini definendo Luigi T. appunto un''anarcoide che intralcia e fomenta''. Assolto dal Tribunale di Lanciano, l'amministratore condominiale e' stato condannato per diffamazione dalla Corte d'appello aquilana (ottobre 2004) che lo ha pure condannato a rifondere i danni all'inqulino moroso. Invano Elio O. ha protestato in Cassazione. La Quinta sezione penale, respingendo il ricorso, lo ha anche condannato a pagare le spese processuali sostenute dal condomino pari a 1260 euro. Nello specifico, gli 'ermellini, nella sentenza 282, annotano come il condomino ''non aveva opposto rifiuto immotivato alla richiesta dell'amministratore, dicendosi disponibile al pagamento della quota a determinate condizioni'' e che le critiche nei suoi confronti avevano trasmodato ''in un attacco personale, nel dileggio e nel discredito della persona''.
Vedi anche: Il decreto ingiuntivo contro il condomino moroso (guida legale con fac-simile)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(10/02/2006 - Adnkronos)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF