Sei in: Home » Articoli

Cassazione: risarcibile l'incapacità lavorativa della casalinga

La casalinga che subisce un danno che ne diminuisca la capacità lavorativa specifica, ha diritto ad essere risarcita. È quanto ha di recente stabilito la sez.III della Corte di Cassazione (Sent. n.20324/2005) accogliendo il ricorso di una donna che, investita da un'utovettura, riportava oltre che lesioni alla persona anche un grave pregiudizio alla propria capacità di svolgere l'attività di casalinga. Con l'occasione la Suprema Corte ha anche precisato che "chi svolge l'attività domestica, benché non percepisca reddito monetizzato, svolge tuttavia un'attività suscettibile di valutazione economica". Ne consegue che la riduzione della capacità di svolgere l'attività di casalinga va inquadrata nella categoria del danno patrimoniale, assolutamente autonomo rispetto al danno biologico e risarcibile nelle componenti del danno emergente e del lucro cessante.
(15/11/2005 - Silvia Vagnoni)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF