Sei in: Home » Articoli

Chiarimenti sulla qualificazione dei rapporti di lavoro ed il regime sanzionatorio

Le forme contrattuali oggi esistenti del mercato del lavoro, e quelle che a breve saranno regolamentate a seguito della recente riforma, consentono l?instaurarsi, nel rispetto delle forme e con i vincoli previsti, o che saranno previsti, di rapporti di lavoro che, sulla base della volontÓ delle parti e delle modalitÓ di effettuazione della prestazione lavorativa, entrambe esplicitate nel contratto, possono assumere caratteristiche diverse da quelle proprie del rapporto di lavoro subordinato. Partendo da queste premesse l'INPS, con la circolare 10 aprile 2003 n.74, precisa che Ŕ solo il concreto atteggiarsi della prestazione, spesso indipendente dalla volontÓ delle parti, o quanto meno da quella espressa all?origine, che pu˛ far propendere per una accentuazione del vincolo della subordinazione e quindi indurre gli organi di vigilanza alla trasformazione del rapporto.
LaPrevidenza.it, 02/10/2005
Circolare INPS 10.04.2003 n░ 74
(18/11/2005 - Laprevidenza.it)
Le pi¨ lette:
» Trasferimento ex legge 104: l'istanza di cambio incarico non pu˛ essere trascurata dall'amministrazione
» Caregiver: in arrivo fino a 1.900 euro per chi assiste un familiare disabile
» Assicurazione avvocati: al via il countdown per l'obbligo di polizza
» Codice della strada: al via le multe europee
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
In evidenza oggi
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Avvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un erroreAvvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un errore
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF