Sei in: Home » Articoli

Lo studente che si fa male da solo: nessuna presunzione di colpa.

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con sentenza n.9346/2002, hanno stabilito che, nel caso in cui gli studenti si siano procurati da soli delle lesioni per sbadataggine o autolesionismo e senza intervento di altri, la responsabilità dell'evento non è da ricondurre necessariamente all'omessa vigilanza da parte dei docenti. Per questo, al fine di ottenere il risarcimento del danno, non può considerarsi applicabile la presunzione di colpa dei docenti e l'eventuale sussistenza di colpa deve essere dimostrata.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(06/07/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati: la pennichella può aiutare a vincere le cause
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Milleproroghe: approvate le norme sugli avvocati
» Avvocati: via libera alla rottamazione dei debiti con la Cassa
In evidenza oggi.
Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF