Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Litigi sui figli? Il Magistrato può mandare le forze dell'ordine dalla ex

Il magistrato, come qualunque altro cittadino, puo' richiedere l'intervento delle forze dell'ordine per questioni private nel caso sorgano litigi con l' ex consorte sull'affidamento dei figli. Il suo comportamento, infatti, non rappresenta un ''abuso'' delle sue funzioni, a meno che sia reclamato ''un trattamento di privilegio correlato alla qualifica professionale rivestita e alle funzioni esercitate''. Le Sezioni Unite Civili della Cassazione hanno cosi' annullato la sanzione dell'ammonimento inflitta dal Csm a Davide Rosati, sostituto procuratore alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, ''per aver gravemente mancato ai propri doveri di correttezza e di soggezione alla legge, rendendosi immeritevole della fiducia e considerazione di cui il magistrato deve godere'' per avere richiesto l'intervento dei carabinieri presso l'abitazione della ex consorte Elena per fare constatare ''l'inosservanza, da parte della ex, del provvedimento disciplinante l'affidamento del figlio minore''.
(28/06/2005 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La querela di falso
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
In evidenza oggi
Multe stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartellaMulte stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartella
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF