Sei in: Home » Articoli

24/05/2005 - Internati nei campi KZ: la richiesta di assegno vitalizio ha termine quinquennale

... Occorre comunque osservare che la disciplina relativa alle pensioni di guerra (cui si fa riferimento, per espressa volontÓ del Legislatore, anche in materia di benefici per gli internati nei campi KZ) ha sempre previsto, nel tempo, la ?salvezza del termine quinquennale di prescrizione del diritto a pensione? (cfr.: art. 25 del D.P.R. 30 dicembre 1981 n. 834; art. 10 della legge 6 ottobre 1986 n. 656; art. 7 del D.P.R. 30 settembre 1999 n. 377). La giurisprudenza di questa Corte si Ŕ del resto recentemente pronunciata nel senso di ritenere che la decorrenza dell'assegno de quo vada individuata nel primo giorno del mese successivo alla data della seconda domanda, qualora il rigetto di una prima domanda non sia stato impugnato (cfr.: Sezione I d'appello, n. 34 del 28 gennaio 2003; Sezione Umbria, n. 577 del 15 dicembre 2004).
(Corte dei Conti Liguria, Sentenza 2 maggio 2005 n░ 618)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/05/2005 - www.laprevidenza.it)
Le pi¨ lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza Ŕ remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF