Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sevizie psicologiche e matrattamenti del minore

Costituisce abuso dei mezzi di correzione punibile ex art. 571 c.p. "il comportamento doloso attivo od omissivo mantenuto per un tempo apprezzabile che umilia, svaluta, denigra e sottopone a sevizie psicologiche un bambino causandogli pericoli per la salute, anche se è compiuto con soggettiva intenzione correttiva o disciplinare". E' quanto hanno rilevato i giudici della Cassazione Penale (sent. n. 16491/05) ritenendo corretta la valutazione dei giudici di merito. In particolare la Corte di Appello di Torino ha condannato a tre mesi e dieci giorni di reclusione un padre per aver maltrattato il figlio minore dall'età di diciotto mesi a quella di due anni "tenendolo a tavola legato durante i pasti; costringendolo a mangiare anche il cibo da lui rigurgitato per qualunque motivo; tenendolo legato ad una sedia bendato durante la prioezione in tv di programmi di cartoni animati in modo che potesse ascoltare il sonoro, ma non vedere le immagini; costringendolo ad immettere il viso nelle proprie deiezioni in caso di incontinenza; chiudendolo al buio nella propria stanza o in cantina in caso di punizione". In coerenza con i valori della nostra Costituzione, continuano i giudici della Cassazione, "non può ritenersi lecito l?uso della violenza fisica o psichica, sia pure distortamente finalizzato a scopi ritenuti educativi: ciò sia per il primato attribuito alla dignità della persona del minore (?), sia perché non può perseguirsi quale meta educativa, un risultato di arminico sviluppo della personalità, sensibile ai valori di pace, tolleranza e connivenza, utilizzando mezzi violenti e costrittivi".
(26/05/2005 - Avv.Francesca Romanelli)
Le più lette:
» Isee: i Caf sospendono il servizio dal 15 maggio
» Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Carta d'identità elettronica: al via da oggi
» Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Condominio: multe fino a 2mila euro al mese all'amministratore che non comunica i nomi dei morosi
In evidenza oggi
Niente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudiceNiente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudice
RC Auto: vietata la clausola che impone il carrozziereRC Auto: vietata la clausola che impone il carrozziere
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF