Sei in: Home » Articoli

Cassazione S.U. Civili: divieto di produzione di documenti in appello

Anche i documenti, e non solo le prove costituende, soggiacciono al divieto di produzione in appello di ?nuovi mezzi di prova?. Lo hanno affermato le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione, con le sentenze n. 8202/05 e 8203/05, risolvendo il contrasto giurisprudenziale esistente in ordine alla possibilità di produrre in appello documenti non prodotti nel giudizio civile di primo grado. I Giudici della Corte spiegano che la produzione di documenti nuovi in appello è ammissibile solo se la mancata produzione in primo grado non sia imputabile alla parte che intenda avvalersene, ovvero se il giudice ritiene di superare l?intervenuta preclusione perchè la produzione di alcuni documenti gli appare ?indispensabile? ai fini della decisione.
(12/05/2005 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF