Sei in: Home » Articoli

Pensione privilegiata: errore di fatto e revocazione art. 395 c.p.c

L'errore di fatto, come motivo di revocazione (secondo l'art. 395 c.p.c. che integra l'art. 68 lett. a del R.D. n. 1214/1934) sussiste quando la decisione è fondata sulla supposizione di un fatto, la cui verità è incontrastabilmente esclusa. Il motivo dedotto nel presente giudizio rappresenta un presunto vizio di valutazione dei fatti (il parere del Collegio Medico dell'Azienda Sanitaria di Firenze) ed un presunto difetto nella motivazione della sentenza (la condivisione del predetto parere), di cui si chiede la revocazione, non deducibili ai fini della stessa. in Laprevidenza.it
Corte dei Conti Toscana, Sentenza 22 febbraio 2005 n° 64
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(12/04/2005 - www.laprevidenza.it)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF