Sei in: Home » Articoli

Consiglio di Stato: il provvedimento di revoca degli assessori comunali e provinciali

La Quinta Sezione del Consiglio di Stato (sent. n. 944/05) ha affermato che il provvedimento con il quale il sindaco o il presidente della provincia dispone la revoca di un assessore, deve sì essere motivato, ma può basarsi sulle più ampie valutazioni di opportunità politico-amministrative, rimesse in via esclusiva al sindaco o al presidente della provincia, tenendo conto sia di esigenze di carattere generale (ad esempio: rapporti con l'opposizione o rapporti interni alla maggioranza consiliare), sia di particolari esigenze di maggiore operosità ed efficienza di specifici settori dell'amministrazione locale, sia dell?affievolirsi del rapporto fiduciario tra il capo dell'amministrazione e singolo assessore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/04/2005 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF