Sei in: Home » Articoli

Revocatoria del pagamento dell'accisa e inefficacia ex artt. 167-168 l.f..

Sono inefficaci, ai sensi degli artt. 167 e 168 L.F., i pagamenti di debiti pregressi sorti in corso di amministrazione controllata, posto che l?ammissione a tale procedura comporta, con effetti decorrenti dalla domanda, una cristallizzazione della massa passiva ed il pagamento dei debiti sorti anteriormente alla procedura è sempre inefficace se non autorizzato dal giudice delegato. Poiché oggetto della revocatoria è il pagamento di debiti liquidi ed esigibili, a prescindere dalla natura dell?obbligazione che a mezzo di essi viene estinta, ed essendo l?accisa, così come l?IVA, un?imposta indiretta, il relativo pagamento può legittimamente essere revocato, non rientrando tra le ipotesi eccezionali previste dall?ultimo comma dell?art. 67 L.F. o disciplinate da leggi speciali.
Né può trovare applicazione estensiva l?art. 51 del DPR 602/1973 che riguarda esclusivamente le imposte riscuotibili a mezzo ruolo.
Nella decisione
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/01/2005 - www.ilcaso.it)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
In evidenza oggi.
Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
Avvocati: nullità della notifica dell'atto di appello eseguita nei confronti del difensore non più iscritto all'albo
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF