Sei in: Home » Articoli

Privacy: informare si ... ma con sobrietà

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 15/21 novembre 2004), intervenendo sul caso di una giovane uccisa, è tornato a ribadire che l'informazione deve essere fornita nel pieno rispetto dei diritti e della dignità delle vittime e che i giornalisti devono valutare, con la massima attenzione e responsabilità, la effettiva necessità di riferire dettagli e particolari non essenziali ai fini di una corretta informazione sulla vicenda anche tenendo presenti le disposizioni penali che tutelano la riservatezza delle vittime di violenza sessuale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/12/2004 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF