Sei in: Home » Articoli

Privacy: codide deontologico sulle centrlai rischi private. Conclusi i lavori

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 18/31 ottobre 2004) ha reso noto che, dopo due anni di impegno che hanno visto riuniti associazioni dei consumatori e associazioni rappresentative di banche, finanziarie e centrali rischi private, si sono conclusi i lavori del codice deontologico per le cosiddette "centrali rischi" private. Il Garante ha inoltre aggiunto il Codice entrerà in vigore il 1 gennaio 2005 e che nelle prossime settimane verranno adottati alcuni provvedimenti di accompagnamento o di attuazione della nuova normativa. Tra le novità evidenziamo che le cd. "centrali rischi" private (che d'ora in avanti si chiameranno "sistemi di informazioni creditizie"), sono banche dati costituite per verificare l'affidabilità e la puntualità nei pagamenti e le eventuali situazioni di morosità. Ad esse accedono gli operatori finanziari prima di concedere un prestito, un mutuo o un finanziamento. Il nuovo Codice introdurrà maggiori garanzie per i numerosi cittadini che chiedono un prestito personale, un mutuo, un finanziamento per l'acquisto di beni di consumo (es.: un'autovettura, un elettrodomestico, ecc.), una dilazione di pagamento, il rilascio di una carta di credito.
(16/11/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Divorzio finto per pagare meno tasse: sono oltre 6mila
» Legge 104: nuove regole per chiedere i permessi
In evidenza oggi
Addio, Professore!Addio, Professore!
Separazioni online: le prime a VicenzaSeparazioni online: le prime a Vicenza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo