Sei in: Home » Articoli

Responsabilità per manutenzione delle strade e danno patrimoniale della casalinga

Con riferimento ai beni demaniali che siano oggetto di un uso generale e diretto da parte di terzi ed ove l?estensione della res non consenta una vigilanza ed un controllo idonei ad evitare l?insorgenza di situazioni di pericolo, la responsabilità dell?ente pubblico proprietario, nel caso di insidia, è configurabile non ex art. 2051 c.c. bensì unicamente ai sensi dell?art. 2043 c.c. essendo a tal fine sufficiente la dimostrazione da parte del danneggiato, dell?esistenza del trabocchetto, posto che costui non è tenuto a provare il comportamento colposo omissivo dell?ente.
Ha natura patrimoniale il danno derivato a persona svolgente l?attività di casalinga che, per effetto di sinistro stradale, abbia subito una riduzione della capacità lavorativa specifica allorquando sia data la dimostrazione che la danneggiata era componente di un nucleo famigliare stabile e che l?evento abbia determinato una privazione di tale ausilio e un pregiudizio economico.
Nella sentenza
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/11/2004 - www.ilcaso.it.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF