Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Giro di vite per le bevande alla spina

Giro di vite nei confronti dei ristoratori che ai clienti somministrano bevande alla spina. La linea dura arriva dalla Corte di Cassazione che promette multe per quei gestori che dispensano prodotti alla spina di qualita' diversa da quella promessa. Non importa se la bevanda alla spina non e' consumata. Per fare scattare la multa per ''tentativo di frode in commercio'' basta che il ristoratore tenga sul bancone di vendita bevande alla spina con etichette di qualita' diversa da quella promessa. A fare le spese della decisione della Terza sezione penale, Francesco P., gestore della birreria di Perugia ''La taverna di Bacco'', nei confronti del quale e' stata resa definitiva la multa di 400 euro ''per avere venduto ai clienti del locale vino alla spina che, a differenza di quanto esposto sull'apparecchio erogatore, non era Merlot del Veneto bensi' altro vino di qualita' e di valore diversi''
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/10/2004 - Adnkronos)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF