Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sì all'assegno di invalidità per i 'ciccioni'

Via libera all'assegno di invalidita' per le persone afflitte da obesita'. Lo ha sancito la Corte di Cassazione accogliendo il ricorso di una signora torinese, Rita G. che, pur essendo un metro e mezzo di altezza per 130 chili ''concentrati soprattutto sulle cosce'', si era vista negare per ben due volte l'assegno di invalidita'. Per la suprema Corte (sentenza 1625/04), invece i limiti fissati dal ministero delle Finanze per concedere l'assegno di invalidita' a chi ha problemi di peso ha limiti ''troppo stretti''. In sostanza, piazza Cavour sancisce che non sono piu' vincolanti le tabelle, fissate da un decreto ministeriale del 1992, usate per misurare il punteggio di invalidita' e che attribuiscono una percenutale di handicap agli obesi che in nessun caso supera il 40% (per avere diritto all'assegno serve il 74%).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/09/2004 - Adnkronos)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF