Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sì all'assegno di invalidità per i 'ciccioni'

Via libera all'assegno di invalidita' per le persone afflitte da obesita'. Lo ha sancito la Corte di Cassazione accogliendo il ricorso di una signora torinese, Rita G. che, pur essendo un metro e mezzo di altezza per 130 chili ''concentrati soprattutto sulle cosce'', si era vista negare per ben due volte l'assegno di invalidita'. Per la suprema Corte (sentenza 1625/04), invece i limiti fissati dal ministero delle Finanze per concedere l'assegno di invalidita' a chi ha problemi di peso ha limiti ''troppo stretti''. In sostanza, piazza Cavour sancisce che non sono piu' vincolanti le tabelle, fissate da un decreto ministeriale del 1992, usate per misurare il punteggio di invalidita' e che attribuiscono una percenutale di handicap agli obesi che in nessun caso supera il 40% (per avere diritto all'assegno serve il 74%).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/09/2004 - Adnkronos)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
In evidenza oggi.
Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
Avvocati: nullità della notifica dell'atto di appello eseguita nei confronti del difensore non più iscritto all'albo
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF