Sei in: Home » Articoli

Cassazione: per l'espulsione dello straniero vanno considerati anche i fatti sopravvenuti

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 11321/2004) ha stabilito che in tema di espulsione dello straniero pericoloso, il Tribunale non può accontentarsi degli elementi contestati dal Prefetto al momento dell'adozione del provvedimento. I Giudici del Palazzaccio hanno infatti precisato che, in sede di opposizione al decreto espulsivo, il controllo giurisdizionale deve estendersi anche ai fatti sopravvenuti alla misura di allontanamento dal territorio nazionale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/08/2004 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF