Sei in: Home » Articoli

Privacy: informazioni bancarie e accesso ai dati del defunto

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 21-27 giugno 2004) ha stabilito che i dati relativi alla consistenza patrimoniale del defunto, alla movimentazione bancaria, ai saldi e depositi "al portatore", anche se estinti da terzi dopo la data del decesso, sono conoscibili dagli eredi. L'Autorità ha inoltre stabilito che l'Istituto di Credito è tenuto a comunicare i dati in modo chiaro e comprensibile ma con l'accortezza di oscurare eventuali informazioni personali riferite a terzi. Con questa decisione l'Autorità ha evidenziato che il nuovo Codice per la Privacy (D. Lgs. n.196/2003), all'art. 9, ha stabilito, in favore dell'erede, il diritto di proporre istanza di accesso ai dati personali del defunto, ma ha previsto che l'esercizio di tale diritto, contrariamente a quanto sostenuto dalla banca, non è condizionato da quanto previsto dal testo unico in materia bancaria.
(20/07/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoro
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Autovelox e tutor: al via le nuove regole
In evidenza oggi
Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticantiAvvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
Giudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibileGiudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibile
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF