Sei in: Home » Articoli

Privacy: informazioni bancarie e accesso ai dati del defunto

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 21-27 giugno 2004) ha stabilito che i dati relativi alla consistenza patrimoniale del defunto, alla movimentazione bancaria, ai saldi e depositi "al portatore", anche se estinti da terzi dopo la data del decesso, sono conoscibili dagli eredi. L'AutoritÓ ha inoltre stabilito che l'Istituto di Credito Ŕ tenuto a comunicare i dati in modo chiaro e comprensibile ma con l'accortezza di oscurare eventuali informazioni personali riferite a terzi. Con questa decisione l'AutoritÓ ha evidenziato che il nuovo Codice per la Privacy (D. Lgs. n.196/2003), all'art. 9, ha stabilito, in favore dell'erede, il diritto di proporre istanza di accesso ai dati personali del defunto, ma ha previsto che l'esercizio di tale diritto, contrariamente a quanto sostenuto dalla banca, non Ŕ condizionato da quanto previsto dal testo unico in materia bancaria.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/07/2004 - Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza Ŕ remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF