Sei in: Home » Articoli

Spesometro 2015: l'Agenzia delle Entrate chiarisce quali sono i soggetti esonerati

In allegato il testo del comunicato stampa
Soldi con sopra una lente di ingrandimento
Con un Comunicato Stampa datato 31 marzo 2015 e pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate vengono individuati i soggetti esonerati dalla presentazione del cosiddetto Spesometro, ossia dalla comunicazione all'Anagrafe tributaria delle operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto

La comunicazione -che indica i dati anagrafici del contribuente che ha sostenuto l'acquisto, gli importi complessivi di ogni singola transazione e la data in cui è stata effettuata- deve essere inviata entro il 10 aprile per gli operatori che liquidano l'iva mensilmente ed entro il 20 aprile per coloro che procedono alla liquidazione trimestrale

Si individuano due gruppi di soggetti esonerati, rispettivamente, in toto e parzialmente dalla comunicazione: si tratta delle pubbliche amministrazioni, da un lato e, dall'altra parte, dei commercianti al dettaglio e tour operator.

In considerazione delle incombenze che gravano sulle pubbliche amministrazioni impegnate ad adeguare le infrastrutture informatiche, i sistemi contabili e le procedure interne per via dei nuovi obblighi in materia di fatturazione elettronica e di split payment, le amministrazioni pubbliche e le amministrazioni autonome sono escluse dalla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini iva relative al 2014.

Analogamente a quanto stabilito per gli anni 2012 e 2013 e tenendo conto delle difficoltà segnalate dagli operatori del settore, anche per il 2015 i dettaglianti e gli operatori turistici non devono comunicare le operazioni attive di importo unitario inferiore ai tremila euro, al netto dell'Iva, effettuate nel 2014.
Testo del comunicato stampa 31 marzo 2015 in PDF
(01/04/2015 - Giovanna Molteni)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Legge Gelli-Bianco: un quadro di sintesi della riforma della responsabilità medica
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF