Sei in: Home » Articoli

Esecuzioni: da domani iscrizioni a ruolo telematiche

Da domani scatta l'obbligo delle iscrizioni a ruolo telematiche per le espropriazioni forzate
Martello su banconote

di Marina Crisafi - Scatta domani l'obbligo del deposito della nota di iscrizione a ruolo per le espropriazioni forzate in modalità telematica. Così prevede il nuovo art. 16-bis del d.l. n. 179/2012, ad opera della novella apportata dall'art. 18 del c.d. “decreto giustizia” (d.l. n. 132/2014 convertito dalla legge n. 162/2014).

A decorrere dal 31 marzo 2015, dunque, dovranno essere gli avvocati della parte creditrice (e non più gli ufficiali giudiziari) ad attivarsi per iscrivere telematicamente le procedure esecutive a ruolo, depositando oltre alla nota, anche le copie conformi del processo verbale, del titolo esecutivo e del precetto, nonché dell'atto di pignoramento.

Il tutto entro i termini fissati (15 giorni per l'esecuzione mobiliare e 30 per l'espropriazione presso terzi a partire dalla consegna dell'atto da parte dell'ufficiale giudiziario), a pena di inefficacia del pignoramento stesso.

Sarà sempre l'avvocato del creditore procedente a dover attestare la conformità delle copie agli originali, mentre il cancelliere, a seguito del deposito, formerà il fascicolo dell'esecuzione.

Quanto agli aspetti procedurali, ai fini dell'attuazione della disposizione, il 16 febbraio scorso il ministro della giustizia ha rilasciato gli “schemi XSD” costituenti le chiavi di accesso alle piattaforme informatiche degli uffici giudiziari abilitati alla ricezione telematica dei depositi, disponendo anche l'adeguamento delle “software house” per permettere agli avvocati di preparare la “busta telematica” in conformità a quanto previsto dalle nuove disposizioni.

Quanto ai dati che dovranno essere contenuti nella nota di iscrizione a ruolo telematica, infine, ad integrazione di quanto previsto dall'art. 18 del d.l. n. 132/2014, il 23 marzo scorso è stato pubblicato (G.U. n. 68/2015) dal direttore generale della giustizia civile il decreto del 19 marzo contenente tutte le indicazioni. 

Scarica il decreto del 19 marzo
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(30/03/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF