Sei in: Home » Articoli

Concorsi: il ministero della Difesa apre le porte a 247 allievi marescialli e 20 ufficiali

Anche il Ministero della Difesa apre le porte a nuove assunzioni
Militare esercito armi

di Marina Crisafi - Dopo il maxiconcorso per 892 funzionari pubblicato dall'Agenzia delle Entrate (leggi l'articolo “Concorsi: l'Agenzia delle Entrate assume 892 nuovi funzionari. Nessun posto al Sud”), anche il Ministero della Difesa apre le porte a nuove assunzioni.

Il bando, anzi i 4 bandi, pubblicati sul sito del dicastero, prevedono il reclutamento complessivo di 247 allievi marescialli da assegnare ai corpi dell'esercito, della marina e dell'aeronautica militare e di 20 ufficiali.

Nel dettaglio, ai ruoli di sottufficiali (141 nell'esercito, 34 nella marina e 72 nell'aeronautica) possono partecipare i cittadini italiani che abbiano conseguito (o conseguiranno entro il 2015) il diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale e che abbiano un'età compresa tra i 17 (compiuti) e i 26 anni (non compiuti).

Per accedere al concorso per ufficiali (sottotenenti di vascello dei corpi del genio e delle armi navali, sanitario e di commissariato militare e guardie marine delle capitanerie di Porto), invece, i candidati dovranno essere in possesso di una delle lauree magistrali richieste in base al ruolo per il quale si propongono e non dovranno aver superato i 32 anni di età (salvo che non si tratti di ufficiali in ferma, in tal caso il limite è elevato a seconda della tipologia e degli anni di servizio).

Le domande vanno presentate entro il 9 aprile esclusivamente per via telematica, tramite il portale dei concorsi online del ministero, previa autenticazione al sistema.

Vai al bando sul sito del Ministero

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/03/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF