Sei in: Home » Articoli

Poste Italiane: da oggi scatta l'operazione wi-fi gratis negli uffici

Da oggi, l'attesa che arrivi il proprio turno negli uffici postali sarà meno “gravosa”, perché gli utenti potranno trascorrere il tempo navigando su internet
Ragazza che naviga in uno schermo virtuale con la scritta wifi e internet

di Marina Crisafi - Da oggi, l'attesa che arrivi il proprio turno negli uffici postali sarà meno “gravosa”, perché gli utenti potranno trascorrere il tempo navigando su internet, comunicando sui social network o lavorare online, il tutto gratuitamente.

Ad annunciare la novità è lo stesso ad di Poste, Francesco Caio, nell'ambito della presentazione a Torino del piano strategico Poste 2020.

Per il momento a garantire il wi-fi, facile, veloce e soprattutto gratuito, alla cittadinanza saranno gli uffici siti nelle principali città italiane, ma Poste promette che entro fine anno saranno 900 le sedi coperte dal servizio (fino alla totale copertura entro i prossimi tre anni).

Il fine è quello di realizzare l'ambizioso traguardo di un paese digitale e moderno, tale da “rendere migliore la vita delle persone, includendo tutti e con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione” come ha dichiarato lo stesso Caio.

Collegarsi ad internet dagli uffici postali sarà molto semplice: basterà registrarsi, comunicando il numero di telefono mobile e, una volta ricevute (via sms) le credenziali per l'accesso, attivare la connessione wi-fi.

Il progetto è solo uno degli aspetti del piano Poste 2020 che mira allo sviluppo di prodotti e servizi per persone, imprese e P.A., grazie ad un processo di digitalizzazione e modernizzazione che prevede 3 miliardi di euro di investimenti in infrastrutture e piattaforme innovative, 8mila future assunzioni tra laureati e professionisti, 3 milioni di ore di formazione specialistica grazie alla nascita della “Corporate Academy”. 

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/03/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF