Sei in: Home » Articoli

Riforma del processo civile: una multa per chi non esegue la sentenza

bilancia toga sentenza martello
Il Governo è al lavoro per riformare il processo civile e lo scorso 10 febbraio il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge delega che dovrebbe accelerare e rendere più efficiente la macchina della giustizia. Tra le novità più rilevanti contenute nel provvedimento legislativo figura anche la possibilità di richiedere l'inserimento nella sentenza di condanna di una multa a carico di chi non rispetta nei tempi previsti il dispositivo della sentenza pronunciata dal giudice.

In futuro l'attore potrà chiedere al giudice di inserire in sentenza l'obbligo di pagare una multa a carico del convenuto condannato, nel caso in cui si dovessero manifestare ritardi nell'esecuzione di quanto stabilito in sede processuale. 
Il provvedimento dovrebbe rappresentare un forte incentivo a dare seguito alla decisione del giudice, dal momento che l'importo della multa sarebbe soggetto ad aumentare con il passare del tempo. 

Questa novità dovrebbe contribuire a fornire una tutela in più alla parte vincitrice, novità che va ad aggiungersi alla decisione presa dal Governo Renzi di istituire tribunali specializzati per la gestione delle cause che coinvolgono imprese, famiglie e persone.


Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/02/2015 - G.C.)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF