Sei in: Home » Articoli

Riforma del processo civile: una multa per chi non esegue la sentenza

bilancia toga sentenza martello
Il Governo è al lavoro per riformare il processo civile e lo scorso 10 febbraio il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge delega che dovrebbe accelerare e rendere più efficiente la macchina della giustizia. Tra le novità più rilevanti contenute nel provvedimento legislativo figura anche la possibilità di richiedere l'inserimento nella sentenza di condanna di una multa a carico di chi non rispetta nei tempi previsti il dispositivo della sentenza pronunciata dal giudice.

In futuro l'attore potrà chiedere al giudice di inserire in sentenza l'obbligo di pagare una multa a carico del convenuto condannato, nel caso in cui si dovessero manifestare ritardi nell'esecuzione di quanto stabilito in sede processuale. 
Il provvedimento dovrebbe rappresentare un forte incentivo a dare seguito alla decisione del giudice, dal momento che l'importo della multa sarebbe soggetto ad aumentare con il passare del tempo. 

Questa novità dovrebbe contribuire a fornire una tutela in più alla parte vincitrice, novità che va ad aggiungersi alla decisione presa dal Governo Renzi di istituire tribunali specializzati per la gestione delle cause che coinvolgono imprese, famiglie e persone.


(17/02/2015 - G.C.)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Carta d'identità elettronica: al via da oggiCarta d'identità elettronica: al via da oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF