Sei in: Home » Articoli

Istat: 93mila posti di lavoro in un mese. Per il Governo è l'”effetto Jobs Act”

Si parla di più di 109mila occupati su base annua
lavoro fabbrica industria licenziamento lavoratore

Se gli stipendi restano al palo, non è così per la disoccupazione che registra un calo significativo grazie a 93mila nuovi posti di lavoro in un mese e a più di 109mila occupati su base annua.

A rilevare il dato positivo, accolto con giubilo dal Governo che parla di “effetto Jobs Act”, è l'Istat nella consueta nota mensile.

A dicembre, registra infatti l'istituto, la disoccupazione è scesa al 12,9% con una diminuzione pari a 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente.

A segnare una riduzione significativa è anche la disoccupazione giovanile che scende al 42% (pari ad un punto percentuale), il valore più basso dal dicembre dello scorso anno.

Secondo l'istituto, inoltre, ci sono segnali di ripresa anche dell'economia, con l'indice anticipatore a “segno più” per la prima volta dal marzo 2014 e buone notizie anche sul fronte consumi, che mostrano segni di un possibile recupero della domanda interna.

Si assiste, in sostanza, ad una vera e propria inversione di tendenza, merito anche della discesa della disoccupazione giovanile (soprattutto nella fascia tra i 15 e i 24 anni) e alla risalita degli occupati: +0,4% solo nel mese di dicembre 2014 e +0,5% su base annua.

Per l'esecutivo, la buona novella dell'Istat è solo l'inizio, perché tra sgravi assunzioni e Jobs Act già dai primi mesi del 2015 si attende una vera svolta. 

(31/01/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Autovelox e tutor: al via le nuove regole
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Conversione del pignoramento: la duplice ratio dell'art. 495 Cpc
» Diritti d'autore: pagare la Siae non basta, Soundreef ottiene decreto ingiuntivo per concerto Fedez
In evidenza oggi
Parlamentari: addio ai vitalizi, ok della CameraParlamentari: addio ai vitalizi, ok della Camera
Vietare alla moglie di truccarsi integra il reato di maltrattamenti in famigliaVietare alla moglie di truccarsi integra il reato di maltrattamenti in famiglia
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF