Anno nuovo all'insegna dei rincari su multe, acqua, fondi pensione, contributi previdenziali, autostrade e pellet.

Un fisco più caro che non dimentica settori molto commerciali come la birra e le sigarette elettroniche.
tasca crisi povero soldi
A dare il via alle tante novità in attesa per il nuovo anno questa volta è stato il fisco che ha pensato bene di "inaugurare" il 2015 con una serie di rincari a partire dal primo gennaio .

Gli aumenti riguardano diversi settori tra cui: multe, contributi previdenziali, fondi pensione, acqua e autostrade.  Un fisco più caro, insomma, che non dimentica settori molto commerciali come la birra e le sigarette elettroniche.

Qualcuno magari si potrà consolare perché in altri settori qualche risparmio ci sarà: come ad esempio nel mercato degli e-book, la cui IVA scende al 4% (v. Nuovi criteri di tassazione IVA su applicazioni, musica ed ebook). Ci sono poi altre novità positive come il bonus bebè di 80 euro per i nuovi nati, gli ecobonus, le agevolazioni IRAP e contributive previste per i neoassunti. 

Agevolazioni sono previste sulla luce e sulle bollette del gas ma il "favore" non si estende all'acqua che invece subisce un duro rincaro del 4,8% in più rispetto alle tariffe del 2013, nè ai pellet: l'IVA di questo combustibile ricavato dal legno, infatti, sale vertiginosamente dal 10% iniziale al 22%

Brusco risveglio nel 2015 anche per gli automobilisti: i viaggiatori, infatti, vedranno salire i pedaggi delle autostrade con una media dell'1,32% in più rispetto all'anno precedente. 

Un lieve aumento per le multe e per i contributi previdenziali dei commercianti e degli artigiani, che salgono fino al 22,74% i primi e fino al 22,65% i secondi. Rincaro di ben 3 punti invece, per i contribuenti autonomi iscritti soltanto alla gestione separata Inps.

E come se non bastasse anche l'età pensionabile sarà prolungata di ben quattro mesi dato che sono stati recepiti gli aggiornamenti dei parametri sulla "speranza di vita" (V. Pensioni: la “speranza di vita” allunga di 4 mesi l'addio al lavoro di Marina Crisafi).
(02/01/2015 - G.C.)
Le più lette:
» Avvocati di successo: le sei abilità necessarie
» Il peggior cliente che l'avvocato possa mai sperare di avere…
» Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all'ex
» Risarcimento in libri per la baby squillo dei Parioli
» Avvocati: da Shakespeare a Oscar Wilde, i più celebri aforismi sul mondo dell'avvocatura
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF