Sei in: Home » Articoli

Determinati i flussi d'ingresso per i lavoratori dei nuovi Stati membri dell'Ue

Con D.P.C.M. 20 aprile 2004 sono stati programmati i flussi d'ingresso per i lavoratori cittadini dei nuovi Stati membri dell'Unione europea nel territorio dello Stato per l'anno 2004. Il provvedimento si è reso necessario in seguito all'adesione all'Unione europea di nuovi 10 stati membri, dal momento che per il 1° bienno a partire dal 1° maggio 2004 non è applicabile la disciplina del Reg. (CEE) 15 ottobre 1968 n. 1612 che consente la libera circolazione dei cittadini dell'Ue negli altri stati mebri per l'esercizio di attività di lavoro subordinato. Per il 2004 sono ammessi per motivi di lavoro subordinato 20.000 unità provenienti dagli stati di nuova adesione in aggiunta a coloro già ammessi con i provvedimenti del 19 dicembre 2003.

(D.P.C.M. 20/04/2004, G.U. 03/05/2004, 102)

(News pubblicata su autorizzazione di www.leggiditalia.it)
(09/05/2004 - Media Italia)
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF