Sei in: Home » Articoli

Imposta illegittima. Da quando decorre il termine per presentare l'istanza di rimborso. Cassazione civile, Sez. Unite, Sentenza 16 giugno 2014, n. 13676.

Il termine per l'esercizio del diritto di rimborso decorre dalla data del versamento e non dalla data della sentenza declaratoria dell'illegittimità.
bilancia toga sentenza martello
Avv. Luisa Camboni -

Quando un'imposta viene dichiarata illegittima con una sentenza, il contribuente che l'ha già versata ha diritto al rimborso. Sin qui nulla quaestio.

Attenzione! Ma da quando decorre il termine per presentare l'istanza di rimborso?

Il termine per l'esercizio del diritto di rimborso decorre dalla data del versamento e non dalla data della sentenza declaratoria dell'illegittimità.

La vicenda che ha portato la Suprema Corte a pronunciare questo dictum è la seguente.

Un contribuente nel 2001 versava l'Irpef sulle somme percepite nel 2001 a “titolo di incentivo alle dimissioni”. Trascorsi quattro anni, precisamente nell'anno 2005, la Corte di Giustizia Europea dichiarava illegittima la norma che aveva imposto tale condizione.

Nell'anno 2006 il contribuente presentava istanza alla Agenzia delle Entrate per ottenere il rimborso delle somme versate. Tale istanza veniva respinta perché presentata fuori termine, ovvero erano scaduti i quattro anni entro cui era possibile accettarla.

La vicenda, così, giungeva nanti la Commissione Tributaria Regionale che dava ragione al contribuente, motivando che la scadenza quadriennale decorre dalla pubblicazione della sentenza della Corte di Giustizia Europea.

L'Agenzia delle Entrate non accettava questa sentenza e ricorreva in Cassazione. I Giudici di Piazza Cavour ribaltavano il verdetto  sostenendo che il contribuente aveva inviato l'istanza per l'esercizio del diritto di rimborso troppo tardi, precisando che il dies a quo per l'esercizio di tale diritto decorre sempre dal giorno del versamento del tributo.

Al fine di giungere a tale pronuncia la Suprema Corte ha fatto riferimento alla tematica della prescrizione e della decadenza, ribadendo, ancora una volta, che sono elementi essenziali ai fini della certezza del diritto.

Sulla vicenda de qua, i Giudici di Piazza Cavour hanno definitivamente affermato che il contribuente, per poter ottenere il rimborso di quanto indebitamente versato, non deve attendere nè la dichiarazione di illegittimità della norma ( rectius: norma tributaria), né la dichiarazione di incompatibilità della norma di diritto interno con quella comunitaria, ma attivarsi immediatamente nei termini prescritti dalla legge.

Avv. Luisa Camboni

Studio legale Avv. Luisa Camboni
Via L. Garau, 22 09025 Sanluri (CA)
Cell.: 3281083342
Mail: avv.camboni@tiscali.it
Avv. Luisa Camboni - Studio Legale Avv.Luisa Camboni
Via Muraglia 57 09025 Sanluri (CA)
Tel/Fax 070 7567928
cell. 328 1083342 - mail: avv.camboni@tiscali.it - » Altri articoli dell'Avv. Luisa Camboni
Lo studio legale dell'Avv. Luisa Camboni offre disponibilità per domiciliazioni nel Foro di Cagliari e nel Foro di Oristano. L'Avv. Camboni offre anche un servizio di consulenza legale a pagamento.
» Scrivi all'Avv. Luisa Camboni «
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/12/2014 - Avv. Luisa Camboni)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF