Sei in: Home » Articoli

La tecnologia in difesa del diritto alla riservatezza. Arriva il tasto salva privacy da firefox

Si tratta di un tasto ben visibile che consente di cancellare le tracce delle proprie ricerche con un semplice clic!
occhio che osserva codici
Chiunque abbia acquistato un computer o semplicemente lo utilizzi per connettersi a internet, si sarÓ reso conto dell'immenso potere di Microsoft e del suo browser di internet, Explorer che solitamente si trova direttamente preinstallato sul PC. 

Dal 2004, grazie a Mozilla Firefox, chi non vuole passare necessariamente attraverso il gestore di Redmond Ŕ libero di scegliere. Ma per essere al passo con i tempi non Ŕ sufficiente offrire agli utenti di internet la possibilitÓ di scegliere tra programmi e applicazioni. Oggi uno dei problemi pi¨ sentiti da chi naviga nel web Ŕ la tutela della privacy

Ed Ŕ proprio in quest'ottica che Firefox ha sviluppato una funzione in grado di garantire la tutela del diritto alla riservatezza.

Si tratta di un tasto ben visibile che consente di cancellare le tracce delle proprie ricerche con un semplice clic! SarÓ possibile scegliere il lasso di tempo che si preferisce eliminare dalla cronologia: cinque minuti, due ore o un giorno!

Oltre a questo Ŕ possibile eseguire una ricerca con risultati non personalizzati: oggi i motori di ricerca attraverso l'utilizzo dei cookie registrano le informazioni relative alla navigazione dell'utente e restituiscono alle successive ricerche risultati sempre pi¨ vicini alle caratteristiche dell'utente. Ma non tutti gradiscono questa personalizzazione.

La protezione dei dati personali, e delle informazioni sensibili dei singoli utenti di un motore di ricerca rappresenta una sfida molto interessante se si considera che attualmente si Ŕ letteralmente presi di assalto da informazioni commerciali spesso non gradite o non richieste, e soprattutto che dal web passano e passeranno sempre di pi¨ pagamenti, prenotazioni e flussi di dati personali.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/11/2014 - G.C.)
Le pi¨ lette:
» Voto anticipato: il no dei parlamentari per non perdere le pensioni
» I debiti Inps si trasmettono agli eredi?
» La pensione reversibilitÓ al coniuge separato
» Avvocati: i nuovi obblighi per la privacy
» Authority: maxi sanzioni per 1,7 milioni di euro ad Enel e Eni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF